Ricerca

venerdì 23 agosto 2013

Presto avremo gli AUSILIARI DEL TRAFFICO destinati ai rilievi di incidenti stradali senza feriti

Lo prevede il "Decreto legge recante disposizioni urgenti per il perseguimento di obiettivi di razionalizzazione nelle pubbliche amministrazioni" di prossima emanazione. Siamo sicuri sia la scelta giusta mentre gli organici della polizia hanno vuoti ormai vistosissimi e l'età media tocca quota 46 anni?

Foto di repertorio dalla rete

(ASAPS) Un'altra novità in arrivo per il settore della circolazione stradale. Il Governo sta per emanare un altro provvedimento, il  "Decreto legge recante disposizioni urgenti per il perseguimento di obiettivi di razionalizzazione nelle pubbliche amministrazioni" nel quale, fra tante altre importanti novità (tagli alle auto blu e alle consulenze d’oro, e potenziamento di 1.000 unità dell’organico dei VF solo per citarne alcune), è previsto un nuovo incarico per la  figura dell’ Ausiliare del Traffico, che sarà destinato ai rilievi degli incidenti stradali senza feriti.
Questo - secondo lo spirito dei proponenti - per recuperare personale da impiegare nelle altre attività di polizia. Anche se gli organi di polizia stradale “conservano un potere di intervento anche in tali casi”.
 Vogliamo ricordare che gli AUSILIARI DEL TRAFFICO sono una figura professionale già esistente  introdotta dall’art. 17, commi 132 e 133, della Legge 15 Maggio 1997 n. 127 detta “Bassanini-bis” che ha sostanzialmente ampliato l’elencazione dei soggetti di cui all’art. 12 del Codice della Strada, legittimandoli all’accertamento solo di determinate violazioni come quelle in materia di sosta.
Ora la sfera di competenza, supponiamo con preliminari corsi di aggiornamento professionale, verrebbe allargata ai rilievi di incidenti stradali senza feriti, compresa la rete autostradale.
Lo scopo sembra apparentemente apprezzabile, pur con qualche rischio di sovrapposizione fra ausiliari e polizia, tuttavia le esperienze pregresse con la "privatizzazione" di molti servizi non ci sembra che abbiano fatto recuperare tutte queste pattuglie su strada e nel controllo del territorio. Vogliamo ricordare la privatizzazione dei servizi di controlli negli aeroporti, in buona parte anche nelle grandi stazioni ferroviarie, sono stati privatizzati poi i servizi di scorta a Trasporti Eccezionali e, in larga parte, le scorte a gare ciclistiche con le moto staffette, escluse le gare più importanti. E' stato utile? Sulla carta certamente. Però se andiamo a vedere quante pattuglie ha recuperato la Polizia Stradale rimaniamo abbastanza delusi. L'incremento è stato quasi irrilevante e soprattutto decrescente negli anni. Traduciamo. Non è che eliminate le 30-35.000 scorte l'anno a T.E., abbiamo guadagnato 30-35.000 pattuglie l'anno sulle strade, idem per la Polfer. Noi  vediamo sempre meno agenti sui binari.
Anche per le Polizie Locali, dopo gli ausiliari del traffico, non abbiamo visto poi questo gran incremento di agenti sulle strade.
A noi viene un dubbio, ma è proprio utile creare nuove figure mentre - facciamo un esempio che conosciamo bene - mancano da anni più di 2.000 agenti nell'organico della Polizia Stradale? E il mancato incremento di divise sulle strade non dipenderà anche dall'età media che per la Polizia sta sfiorando i 46 anni. La Stradale in alcuni reparti schiera pattuglie con coppie di agenti che fanno in totale 105 -110 anni. Uomini stanchi e spesso consumati dal cocente sole autostradale o dal gelo sui passi appenninici. Vogliamo parlarne?
Ma è mai possibile che ai politici  e ai tecnici invece di pensare solo alle ausiliarietà non venga in mente di potenziare le professionalità esistenti? Intendiamo - per capirci meglio - di quelle capaci di fare la TAC a un TIR, di quelle che sanno leggere i cronotachigrafi (e i relativi trucchi...che falsano orari di guida e velocità), che sanno fare un controllo come si deve ai pullman prima che precipitino con 50 persone a bordo giù per un cavalcavia.
Dove sono quei politici che strillano per maggiori e più qualificati controlli sulle strade ogni volta che sull'asfalto si consuma un evento tragico?
Noi siamo del parere che prima delle ausiliarietà si dovrebbero ripianare e potenziare i ranghi della Polizia Stradale e delle Polizie Locali là dove ci sono vistose carenze.
Sulla strada servono professionisti veri e qualificati.

Forlì 23.8.2013


Giordano Biserni
Presidente ASAPS

24 commenti:

  1. All'interno di una delle ultime proposte di legge per la riforma, organizzazione e definizione della Polizia Locale, si parlava di affidare il rilievo dei sinistri stradali privi di feriti ad organismi esterni e privati alla P.A.. Non condivido assolutamente la creazione di questa nuova figura insieme all'ausiliare della sosta, una strada che porta verso lidi lontani e opposti alle richiesta che gli operatori della Polizia Locale da sempre. In questo momento, storico non rimane altro quindi che supportare i comitati che presentano proposte di legge per l'abolizione dei servizi-corpi della Polizia Locale, poiché non altro che spreco di denaro dei contribuenti e vessazione di onorati cittadini che fanno ciò che più desiderano poiché colpevoli solo al termine dei tre gradi di giustizia o nel caso non abbiano i denari per arrivare fino agli ermerlini sono vessati dagli organi giudiziari.
    Quindi come in Grecia aboliamo la PL - PM - PP.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se parliamo di riorganizzazione, beh, ti seguo. Ma di vessazione, per piacere, basta. Basta rispettare le regole.

      Elimina
  2. Così il Governo ne uscirà fuori bene a scapito della professionalità e carenza di organico, a volte tra fare bene una cosa e farla due volte così così ci vorrebbe talmente poco.....è davvero difficile fare capire ciò?

    RispondiElimina
  3. ollia pura.
    Ma quale interesse dovrebbe avere un privato ad abbassare il numero degli incidenti se il suo profitto è dato dal maggiore numero di incidenti?
    In tutti gli incidenti rilevati fin'ora non ho mai visto un sinistro che non sia causa di un comportamento o di uno stato del veicolo, cioè di violazioni del Cds.
    In questo caso chi emette il verbale?
    Il privato passa gli atti alle forze di polizia e gli operatori dovrebbero firmarlo su fiducia?
    Vada la privatizzazione di alcuni settori, ma quelli che riguardano il campo della polizia lasciatelo fare a chi ricopre una divisa di un ente pubblico cioè che segue solo ed unicamente l'interesse collettivo.

    RispondiElimina
  4. E' semplicemente folle credere che si risolva il precariato della pubblica amministrazione demandando a privati compiti che DEBBONO essere inquadrati nelle casistiche dell'Ordine Pubblico, compiti dove la presenza delle Istituzioni (quelle con la I maiuscola che indossano una divisa non parlamentare) può scongiurare una lite o rafforzare i concetti di sicurezza, legalità e diritto. Nel comunicato che abbiamo fatto oggi ci siamo lasciati andare nell'ipotizzare che si debba concedere qualche favore clientelare non a precari ma ad aziende che della presenza sulla strada stanno facendo businness incredibili alle spalle dei consumatori, delle Istituzioni (sempre quelle di prima) in seconda battuta delle assicurazioni (ma poi pagano i consumatori il conto finale). Vogliamo davvero sistemare qualche precario e qualche giovane meritevole??? Facciamo i concorsi!!!! Polizia Stradale, Polizia Penitenziaria, vigili del fuoco, operatori della sanità, Carabinieri, avete idea di quanti ne mancano????? Voi si, Voi che leggete e seguite quì, ma gli Italiani lo sanno come si sono ridotte le nostre forze di sicurezza? Purtroppo no, troppo spesso spirito di abnegazione e sacrificio personale mitigano quello che è un vero e proprio massacro quotidiano. Credo che anche le associazioni come quella di cui faccio parte, oltre che a parlare del costo del carrello della spesa dovrebbero fare qualcosa di più per fare risalto a chi bene che vada parla sottovoce.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Solo per chiarire e perchè alcuni quì mi conoscono nei panni di dirigente Adiconsum, così non è più. Sono Presidente di Konsumer Italia, una associazione consumatori indipendente.

      Elimina
  5. La toppa è peggio del buco. Immaginiamo quanti contenziosi ci saranno perché un NON professionista ha rilevato un incidente stradale. Ricordo che negli incidenti stradali SENZA FERITI è possibile la CONSTATAZIONE AMICHEVOLE. Se una delle pari non VUOL farla è perché si fida SOLO delle FORZE di POLIZIA STRADALE, NON servono gli AUSILIARI!

    RispondiElimina
  6. Ancora una volta chi dispone le regole dà segno inequivocabile di inadeguatezza professionale nel trovare soluzioni ai problemi. Altre figure vuol dire altri costi, inevitabili, al cittadino poiché sicuramente da qualche parte dovranno uscire i soldi per pagare gli stipendi ai "privati rilevatori", i quali a loro volta, inevitabilmente, dovranno avere anche funzioni di polizia stradale (basti pensare alla direzione del traffico o alla rilevazione di probabili infrazioni). Prepariamoci dunque a nuove divise, nuovi sindacati, nuove direttive e chi più ne ha più ne metta. Rimarcando per tanto il mio disappunto sulle nuove regole che andranno inevitabilmente a complicare la situazione in materia di polizia stradale, con chiare conseguenze sulla sicurezza dei Cittadini. Colgo l'occasione per evidenziare anch’io come l'abolizione della figura del vigile urbano, inteso come organo di polizia in mano ai sindaci, sia una strada da perseguire, come in Grecia, se si vuole iniziare a razionalizzare ed ottimizzare le risorse economiche che i contribuenti dispongono per la loro pubblica sicurezza. Buon lavoro, Ermanno, Ag.Sc. Polizia Locale.

    RispondiElimina
  7. lucia galeone ISPC - P.M. Torino26 agosto 2013 05:48

    Siamo alla follia pura!!!!!!! E’ pazzesco imboccare sempre più questa strada, subdelegare gli incarichi della Polizia ad altre figure. Sicuramente così facendo ci saranno grossi problemi per la verbalizzazione, si azzererà l'esperienza acquisita nella rilevazione dei sinistri a discapito dei protagonisti. Nei casi in cui emergano comportamenti che prevedano sanzioni penali ( art. 116/186/187 ecc. - tutte le guide con autovetture sottoposte a sequestro, fermi, sospensioni, revoche patenti e via di seguito) chi dovrebbe provvedere? E l’accesso alle banche dati, e se l’incidente dopo il rilevamento con soli danni materiali diventa con lesioni? Non sarebbe più opportuno aumentare ed incentivare gli organici delle Polizie in generale che, con la loro organizzazione ed esperienza maturata nel tempo, offrono una completa ed efficiente risposta? Il rilevamento di un sinistro stradale prevede precisione ed accuratezza l'operatore deve compiere numerose operazioni che richiedono la massima attenzione, a volte il tutto nelle più sfavorevoli condizioni ambientali possibili. Accade spesso che gli incidenti stradali siano fisiologicamente affetti da errori, anche per gli operatori con maggiore esperienza. Spero che ci ripensino perché ormai siamo in caduta libera.

    RispondiElimina
  8. Bisogna adeguarsi ai tempi. Il Professionista, privato (V. Ex Uff.li di P.G. stradalini etc..) possono, sicuramente, contribuire a tale situazione in programma.

    RispondiElimina
  9. perché devono farlo gli ex? Sarebbe adeguarsi ai tempi scegliere gli ex? Non sarebbe meglio usare SEMPRE professionisti la cui pubblica funzione (e soprattutto la pubblica dipendenza) sarebbe di per se la maggior garanzia di imparzialità?

    RispondiElimina
  10. Come giustamente fai rilevare, io pubblico ufficiale ( agente o ufficiale di p.g.) dovrei contestare delle violazioni CDS in una fase successiva alla rilevazione di un sinistro CHE NON HO RILEVATO IO ????
    Ricordiamoci che i pubblici ufficiali riportano nei verbali i fatti a cui hanno assistito e che hanno accertato e
    che il verbale così redatto costituisce atto pubblico ai sensi dell’articolo 2700 c.c. e come tale fà fede fino a querela di falso;
    E se al controllo immediato dei documenti di guida o di circolazione emergono violazioni CDS, e se qualcuno tra i coinvolti presenta evidenti sintomi di alterazione del tasso alcolemico o di assunzione di sostanze stupefacenti, e se un conducente risulta privo di patente perchè mai conseguita o revocata, e se un coinvolto è cittadino extracomunitario in regime di clandestinità ? o se.....

    Beppe

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusate sono un Ausiliario del traffico della Provincia di Agrigento, come mai dopo la legge Bassanini anno 97,dove E' CHIARO (tranne x ki è fazioso e poco abituato al rispetto delle regole) cosa la stessa legge volesse ottenere e creare tramite la ''Bassanini bis'', ed ancora Tribunale Di Roma anno '98 ke si pronunciò dichiarando l'ausiliario sicuramente un Incaricato di Pubblico Servizio ed ancora la LEGGE finanziaria anno  2000, ed infine la SUPREMA CORTE                         COSTITUZIONALE, manca solo ''DIO''ke riconosca la qualifica di P.U. dell'Ausiliario del traffico! ancora però PERCHE' ci sono delle sentenze di Cassazione, ultima 2014, dove si dice tutt'altro. C'è un INCIDENTE GIURISPRUDENZIALE, o c'è da puntare il dito al CSM x qualke giudice??? X favore datemi una risp ma soprattutto una soluzione...L'ADT È PUBBLICO UFFICIALE![5/10 11:46] Giuseppe Brunco: o, tutti coloro che hanno potere di accertamento e contestazione di illeciti amministrativi sono P.U. 
      La scriminante non é il tipo di contratto ma il ruolo le funzioni svolte. 

      In altro topic si parlava del reato di rifiuto generalità a controllore mezzi pubblici che ha il potere-dovere di accertare il pagamento del biglietto. In questo caso sussiste il reato del rifiuto a richiesta del PU. Qualifica che non ricopre il mero autista che é ricopre solo la qualifica di incaricato pubblico servizio. 

      Eppure hanno lo stesso contratto con la stessa azienda. Incarichi diversi, qualifiche diverse. 

      E le sentenze che ho postato in precedenza lo specificano. Il PU é l'ausiliario del traffico indipendentemente da chi lo remunera....
      _________________
      [5/10 11:46] Giuseppe Brunco: Pubblico ufficiale - Nozione - articolo 357 Cp 

      Al fine della sussistenza della qualifica di pubblico ufficiale bisogna avere riguardo non al rapporto di dipendenza del soggetto dalla pubblica amministrazione, bensì ai caratteri propri dell'attività esercitata, di cui devono essere presi in considerazione, ai sensi del comma 2 dell'articolo 357 del Cp, i singoli momenti in cui questa si attua, con riferimento a un contributo determinante dell'agente alla formazione e manifestazione della volontà della pubblica amministrazione e all'esistenza di poteri autoritativi e certificativi.

      Elimina
  11. Bisogna Aruolare più persone per questo tipo di servizio. Bisogna insistere con tutti i Governi che arrivino.

    RispondiElimina
  12. L'infortunistica è uno dei settori che richiedono alta specializzazione. Anche senza feriti (che puntualmente escono fuori il giorno dopo) i danni possono essere molto ingenti. Un rilievo ben fatto che cristallizza l'evento è indispensabile per la causa civile di risarcimento. Anni e anni di formazione e di esperienza ci vogliono. Anzichè creare nuove figure (per chissà quali tornaconto) occorre aumentare gli organici e fare formazione agli organi di polizia stradale esistenti.

    RispondiElimina
  13. Il punto è proprio questo. Da anni, da moltissimi anni ormai, la Polizia Stradale, intesa come Specialità della Polizia di Stato, ha iniziato a subire tagli su arruolamento e formazione. Il CAPS, che una volta era centro di addestramento della polizia stradale, è divenuto un centro di addestramento interspecialità e questo ha comportato una progressiva ma inesorabile perdita di know-how e background. Il grosso del sapere è rimasto in mano a pochi "anziani", quelli che ancora hanno un po' di motivazione, e a qualche giovane disincantato, disposto magari a spendere anche un po' di tasca sua per fare qualche stage. Finita questa birra, si resta a secco. Non so come vada nell'Arma o nella Polizia Locale. Quel che è sicuro è che in un momento in cui si dovrebbe davvero guardare alla riunificazione dei corpi di polizia, facendo del taglio di poltrone una risorsa per nuove leve e magari un progetto di carriera orizzontale, in una polizia in cui tutti partano dalla base e poi avanzino di grado in base alla propria professionalità e non in base alla propria raccomandazione, si trova il modo di dimostrare che l'Italia trova sempre il modo di fare peggio. Un'idea la propongo: badanti ai poliziotti, visto che sono sempre più vecchi.

    RispondiElimina
  14. Uno Stato che appalta la funzione di Polizia a privati che lucrano sugli incidenti può solo essere uno Stato fallito.

    RispondiElimina
  15. Secondo me bisognerebbe capire esattamente come verra formulata la proposta di disegno di legge ovvero un conto e' eliminare l obbligo di intervento da parte delle polizie stradali su incidenti senza feriti evitando chr gli agenti di ps o di pl venganp denunciati per omissioni d atti d ufficio (molto difficile e in tal caso scommetterei che intanto le denuncie per omissioni fiocheranno a valanga mentre lo Stato fara le spallucce) oppure istituire una nuova figura di polizia stradale e anche pubblico ufficiale oppure ancora meglio entrambe le soluzioni contemporaneamente per evitare ricorsi e casini vari con i giudici di pace

    RispondiElimina
  16. il nr. degli incidenti senza feriti diminuira sensibilmente perchè il cittadino non vorrà pagare l'intervento; anche per gli incidenti di poco conto si chiamerà il 118 così da avere l'intervento "gratis" delle forze dell'ordine.

    RispondiElimina
  17. Salve vorrei provare a fare l'ausiliario stradale a chi mi devo rivolgere per realizzare questo mio obbiettivo?
    Cordiali saluti
    grazie
    da
    Salvatore
    salvio571@gmail.com

    RispondiElimina
  18. Dai Salvatore, mica ci prenderai per il culo eh? Ma l'hai letto l'articolo?

    RispondiElimina
  19. io sono un'asiliaria del traffico che ha fatto un regolare concorso con le stesse materie di quello della polizia municipale mi sono fatta un culo tanto ed ho sempre fatto il mio lavoro al meglio anzi svolgendo assistenza al cittadino, l'utente della strada al turista, fose dovreste fermarvi un attimo a vedere il lavoro che svolgiamo e le offese che ci prendiamo al posto vostro!!!

    RispondiElimina

La regola è semplice: firmarsi.